Premio di Giornalismo, Saggistica e Letteratura
«Più a sud di Tunisi 2012»
I vincitori della VII Edizione

La rassegna nazionale, patrocinata dalla Provincia di Siracusa, dal Comune di Portopalo e dalla Camera di Commercio aretusea, si è svolta sabato 13 ottobre 2012 al Teatro Comunale “Gozzo” di Portopalo di Capo Passero (SR).

A Pino Scaccia, Don Fortunato Di Noto e Maurizio Martucci sono stati assegnati i premi nelle categorie “Giornalismo” e “Saggistica”.

La VII edizione del Premio Nazionale di Giornalismo, Saggistica e Letteratura “Più a sud di Tunisi”, che si svolge a Portopalo di Capo Passero, borgo marinaro siciliano, in provincia di Siracusa, collocato geograficamente al di sotto del parallelo della capitale tunisina, si è confermato appuntamento di rilievo incentrato sul giornalismo, la saggistica e la narrativa di qualità. Tra i temi scelti dell’edizione 2012 spiccano la storia del Novecento (in particolare la tragica campagna italiana in Russia della seconda guerra mondiale), la lotta alla pedofilia, il binomio tra calcio e giornalismo d’inchiesta e l’integrazione degli immigrati.

Nella categoria “Giornalismo” il premio è andato a Pino Scaccia. L’inviato speciale del Tg1 Rai è stato premiato per il libro “Lettere dal Don” (Rai Eri), reportage nei luoghi della tragica “Campagna di Russia” della seconda guerra mondiale, dove migliaia di soldati italiani persero la vita, a settant’anni da quei tragici eventi. Il comitato organizzatore del Premio – composto da operatori del mondo della comunicazione (giornalisti, editori, webmaster, scrittori e documentaristi) – ha attribuito due riconoscimenti nella sezione “Saggistica”: a don Fortunato Di Noto per “Abbiamo ritrovato la vita” (San Paolo), un libro drammatico ma pieno di speranza sulle piccole vittime dei pedofili, ed a Maurizio Martucci, autore del libro “Non scherzo” (Eraclea Libreria Sportiva), meticolosa inchiesta sulla tragica morte del calciatore italiano Luciano Re Cecconi nel gennaio del 1977.

Maria Lucia Riccioli – con il libro “Ferita all’ala un’allodola” (Lab), incentrato sulla vita della netina Mariannina Coffa (poetessa e artista, personaggio di rilievo del Risorgimento Italiano) – e Michele Giardina – con “Un uomo di Borgata” (Prova d’Autore), romanzo sul tema dell’immigrazione, della solidarietà e dell’integrazione dei migranti – sono i vincitori della sezione “Frammenti Letterari”.

All’insegna dei giovani le sezioni “Poesia” e “Storia e Territorio”, con le affermazioni di Cetta Lentinello – per la sua prima raccolta di poesie intitolata “Grembo di versi” (Urso) – e degli studenti della IV A 2011/12 del Liceo Quintiliano di Siracusa – per il libro “Sogno di indipendenza. Siracusa nella prima metà dell’Ottocento” (Morrone), in collaborazione con la docente-scrittrice Elvira Siringo. Premio “Musica e Giornalismo” a Jonathan Giustini.

Le menzioni speciali “Capo Passero” sono andate al giornalista Alfio Di Marco (per un ampio reportage sul faro “Cozzo Spadaro” di Portopalo, pubblicato sul quotidiano La Sicilia), ad Andrea Rebolino (conduttore della trasmissione web-radiofonica “Librando”, su Dimensione Radio SR) e alla docente Silvana Scrofani (per un saggio breve incentrato sulla violenza sulle donne).

Ospiti musicali della settima edizione sono stati Ugo Mazzei (prezioso collaboratore del Premio), Edoardo De Angelis (Premio alla Carriera) e Paola Donzella (Menzione Speciale “Musica”), che hanno arricchito la cerimonia di consegna presentata da Alessandro Baglieri e Denise Spicuglia.

Portopalo, 30.09.2012

L’UFFICIO STAMPA DEL 

PREMIO PIU’ A SUD DI TUNISI

Condividi su:

I commenti sono chiusi.